Statuto di LunaticaProject

Statuto di LunaticaProject riportato integralmente

E’ costituita a tempo indeterminato un’Associazione di Promozione Sociale senza finalità di lucro che assume la denominazione di “LunaticaProject”.

L’Associazione è apartitica, aconfessionale e ispira le norme del proprio ordinamento interno a princìpi di democrazia e di uguaglianza dei diritti di tutti gli associati.

L’Associazione è disciplinata dal presente Statuto e si ispira ai princìpi della legge 383 del 7/12/2000 e della legge regionale 7 del 7/2/2006 e del Titolo I Cap. III, art. 36 del codice civile.

Ulteriori aspetti relativi all’organizzazione interna dell’Associazione sono disciplinati dal Regolamento Interno Generale (anche detto RIG), deliberato dal Consiglio Direttivo.

L’Associazione ha sede in Torino (TO). Il trasferimento della sede legale non comporta modifica statutaria, se avviene all’interno dello stesso Comune.

E’ data facoltà al Consiglio Direttivo di cambiare l’ubicazione della sede legale e di istituire sedi secondarie o sezioni distaccate, ove se ne ravvisi la necessità.

L’Associazione è tenuta a comunicare tempestivamente qualsiasi trasferimento di sede agli enti gestori di pubblici Albi o Registri nei quali è iscritta.

L’Associazione svolge tutte quelle attività relative e riconducibili alla cultura, all’arte e alla creatività, organizza eventi e sviluppa servizi. Tutte le attività e i servizi erogati sono organizzati nel rigore dei compiti dichiarati nell’art. 3 del presente Statuto.

Inoltre l’Associazione, mediante specifiche deliberazioni, secondo le leggi disposte in materia, può:

  • somministrare alimenti e bevande in occasione di manifestazioni ai sensi dell’art. 31, comma 2 della L. 383/2000;
  • effettuare raccolte pubbliche occasionali di fondi;
  • esercitare, in via meramente marginale e senza scopo di lucro, attività di natura commerciale e iniziative promozionali finalizzate al proprio finanziamento (come feste e sottoscrizioni anche a premi) per autofinanziamento, in tal caso dovrà osservare le normative amministrative e fiscali vigenti;
  • svolgere tutte quelle altre attività necessarie o utili per il conseguimento degli scopi sociali descritti nell’ articolo 3 del presente Statuto.

Per il perseguimento delle suddette attività l’Associazione si avvale prevalentemente dell’impegno volontario libero e gratuito dei propri soci. In caso di necessità può inoltre avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo o dipendente, anche ricorrendo ai propri soci.

Sono definiti “compiti” dell’Associazione, finalità e scopi delle attività e dei servizi mediante i seguenti princìpi:

  • Promozione dell’arte e della cultura in tutte le sue forme e attraverso tutti i canali disponibili, oltre che, nello specifico, la promozione degli artisti o aspiranti tali, accompagnandoli ed assistendoli nella loro realizzazione creativa e artistica con tutti i mezzi possibili.
  • Promozione, sostegno e sviluppo della creatività dell’individuo inteso come “comune cittadino” che sia orientato all’arte e alla cultura, sviluppandone idee e progetti mediante la disponibilità delle informazioni, degli strumenti e dei  mezzi dell’ Associazione stessa.
  • Condivisione del sapere empirico, teorico e umano come fonte comune al fine di generare ricchezza ed elevazione culturale.
  • Creazione e mantenimento delle  relazioni con “attori sociali diversi” (associazioni, enti, imprese, privati, ecc.) al fine di agevolare tutti i punti fin qui elencati.

All’Associazione possono essere ammessi i cittadini italiani e stranieri che condividono i princìpi e gli scopi dell’Associazione.

Il numero dei soci è illimitato. Possono essere soci dell’Associazione le persone fisiche che ne condividono gli scopi, si impegnano a realizzarli e sono mossi da spirito di collaborazione e solidarietà. Possono essere soci dell’Associazione tutte le persone fisiche senza alcuna discriminazione di genere oppure etnica, culturale, politica o religiosa. Nel caso di minori, la richiesta associativa dovrà essere accompagnata da dichiarazione scritta del genitore o di chi ne fa le veci.

Le figure inerenti all’Associazione sono:

  • I soci, che si distinguono in: soci fondatori, vale a dire coloro che hanno partecipato alla costituzione dell’Associazione; soci ordinari, vale a dire coloro che sono diventati soci in tempi successivi. I soci hanno diritto di voto e sono tesserati;
  • Gli associati, vale a dire coloro che militano o simpatizzano nell’ambito dell’Associazione, che usufruiscono dei servizi o aderiscono alle attività dell’Associazione.
  • I professionisti, vale a dire coloro che, attraverso le loro prestazioni, operano con e per conto dell’ Associazione.

Tutti i soci e gli associati, sono preventivamente iscritti al sito web dell’associazione (www.lunaticaproject.org). Per i professionisti, questa clausola non è obbligatoria.

Per essere ammesso a socio dell’Associazione LunaticaProject è necessario presentare domanda al Consiglio Direttivo attraverso il sito web (www.lunaticaproject.org) compilando i moduli appositi, con l’osservanza dei seguenti requisiti:

  1. essere un utente registrato presso il sito web dell’Associazione (www.lunaticaproject.org) con il profilo di Associato o Professionista;
  2. indicare i dati eventualmente non forniti in luogo di prima registrazione al sito web;
  3. dichiarare di conoscere e di attenersi al presente Statuto ed alle deliberazioni degli Organi Sociali oltre che ai regolamenti interni;
  4. accettare i termini e le condizioni;
  5. dare il consenso alla privacy;

La presentazione della domanda di ammissione da diritto a ricevere la tessera associativa che ha validità annuale. È compito del Consiglio Direttivo ratificare tale ammissione entro trenta giorni di calendario e fornire le credenziali per l’accesso al sito. Nel caso che la domanda venga respinta, ciò dovrà essere sempre motivato e l’interessato potrà presentare ricorso sul quale si pronuncia in via definitiva la prima Assemblea Ordinaria.

Le dimissioni da socio sono contemplate e vanno presentate per iscritto all’ Ufficio Direttivo.

All’atto del rilascio della tessera associativa il richiedente, ad ogni effetto, acquisisce la qualifica di socio, che è intrasmissibile.

In ogni caso è esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associativa, salvo il diritto di recesso.

La qualifica di socio si perde per recesso, esclusione o per causa di morte.

I soci sono esclusi e quindi espulsi o radiati per i seguenti motivi:

  • quando non ottemperino alle disposizioni del presente Statuto, ai regolamenti interni o alle deliberazioni prese dagli Organi Associativi;
  • quando si rendano morosi senza giustificato motivo nel pagamento della tessera associativa e delle quote associative straordinarie;
  • quando in qualunque modo arrechino danni morali o materiali all’Associazione;
  • quando operano in nome o per conto dell’Associazione senza autorizzazioni;
  • quando svolgono attività contrarie all’Associazione.

Le espulsioni e le radiazioni saranno decise dal Consiglio Direttivo a maggioranza assoluta dei suoi membri.

I soci radiati per morosità potranno, dietro domanda, essere riammessi pagando una nuova quota di iscrizione, senza altre formalità, se non quelle previste per le iscrizioni e dai regolamenti interni. I soci espulsi potranno ricorrere contro il provvedimento nella prima Assemblea Ordinaria, che si esprimerà in via definitiva.

La quota associativa è intrasmissibile e non rivalutabile e in nessun caso può essere restituita.

I soci hanno il diritto:

  • di partecipare a tutte le attività promosse dall’Associazione, ricevendone informazione e avendo facoltà di verifica, nei limiti stabiliti dalla legislazione vigente, dal presente Statuto e dagli eventuali regolamenti interni dell’Associazione;
  • di eleggere gli organi associativi e di essere eletti negli stessi;
  • di esprimere il proprio voto in ordine all’approvazione delle deliberazioni degli organi associativi.

Il Regolamento Interno Generale (anche denominato “RIG”) costituisce le norme generali inerenti all’Associazione e a tutte le persone fisiche e giuridiche che ne fanno parte, sia in via saltuaria che stabile, sia soci che non soci. Il RIG è direttamente subordinato al presente Statuto di cui ne implementa i concetti e può essere integrato da ulteriori regolamenti specifici relativi a singole attività o gruppi di attività. Ogni socio ha il diritto e il dovere di conoscere il RIG ed accettarlo in ogni sua parte in sede di adesione all’Associazione.

Il RIG ha validità annuale. Scaduti i termini di validità deve essere riapprovato, integrato o modificato; l’apparato associativo preposto a tale compito è il Consiglio Direttivo, che può operare senza l’approvazione dell’Assemblea dei Soci, ma è tenuto ad approvarlo almeno quindici giorni prima della sua scadenza di validità in quanto acquisisce la sua validità attuativa quindici giorni dopo l’entrata in vigore. Dunque, nei trenta giorni che intercorrono, l’ Assemblea dei Soci ha facoltà di presentare ricorso per eventuali modifiche non condivise da almeno i due terzi dei soci. Superati tali termini, il RIG è tacitamente approvato da tutti i soci.

L’Associazione si avvale del sito web www.lunaticaproject.org come piattaforma sociale di interazione e di valenza ufficiale e strategica. La natura del sito web è da considerarsi come intrinseca realtà legittima dell’Associazione stessa. In questa interfaccia web sono concepiti spazi privati ad uso esclusivo dei soci con apposite password di accesso ove si rendono pubblici tutti gli atti, le delibere e qualsiasi altro elemento che comprenda l’amministrazione dell’Associazione ed il suo funzionamento.

Sul sito sono presenti i moduli necessari alla registrazione come associato e professionista e i moduli di richiesta associativa come socio tesserato.

Anche gli associati e i professionisti possono interagire a vari livelli con l’Associazione attraverso questa piattaforma usufruendo di servizi gratuiti o a pagamento a loro dedicati.

Il patrimonio economico dell’Associazione è indivisibile ed è costituito:

  • dai beni mobili ed immobili;
  • dai contributi ed erogazioni;
  • dalle donazioni e lasciti;
  • dai rimborsi;
  • dagli introiti derivanti da attività marginali di carattere commerciale e produttivo;
  • da qualsiasi altro tipo di entrate.

Qualsiasi somma versata per le tessere associative, per altre quote associative, contributi, erogazioni o lasciti diversi e per qualsiasi altro tipo di entrate, sono patrimonio esclusivo dell’Associazione e non sono rimborsabili in ogni caso.   

Le elargizioni in danaro, le donazioni e i lasciti, sono accettate dall’assemblea, che delibera sulla utilizzazione di esse, in armonia con le finalità statuarie espresse negli art.2 e art.3 del presente Statuto.

Non è consentito distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi di riserva o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

L’anno finanziario inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno. Il Consiglio direttivo deve redigere il bilancio preventivo e quello consuntivo.

Il bilancio preventivo e consuntivo devono essere approvati dall’Assemblea Ordinaria ogni anno entro e non oltre l’ultimo giorno di marzo. Il bilancio deve essere depositato presso la sede dell’Associazione e reso pubblico entro i 15 giorni precedenti la seduta per poter essere consultato da ogni socio.

Il residuo attivo che ne consegue del bilancio sarà devoluto come segue:

  • il 10% al fondo di riserva;
  • il rimanente a disposizione per le iniziative citate negli art.2 e art.3 del presente Statuto e per nuovi impianti o ammortamenti delle attrezzature oltre che per i rimborsi e la remunerazione di eventuali prestazioni autonome o dipendenti.

Il fondo di riserva è da intendersi come fondo inattivo e può essere utilizzato in casi del tutto eccezionali ed in ogni caso deve essere proposto, vagliato e deciso dall’ Assemblea dei Soci ad unanimità.

Gli organi dell’Associazione sono:

  • il LunaticaProject Team;
  • l’ Assemblea dei Soci;
  • il Consiglio Direttivo;
  • il Presidente.

Al fine di rendere fruibile e funzionale il sito web, per organizzare tutte le attività, oltre che per sviluppare i servizi, è costituito e riconosciuto un organo operativo subordinato al Consiglio Direttivo e soggetto alle decisioni Assembleari in taluni casi ove previsto dal RIG.

Il “LunaticaProject Team”, così denominato, è dunque un organo operativo strategico per l’Associazione. Esso possiede una struttura, delle cariche e delle mansioni ben definite attraverso il Regolamento Interno Generale. Tali cariche e mansioni possono essere retribuite in via occasionale o dipendente lungo tutta la vita dell’Associazione secondo le normative vigenti in materia. Le nomine per le cariche sono decise dal Consiglio Direttivo.

L’Assemblea dei Soci può essere ordinaria e straordinaria. L’Assemblea dei Soci è convocata con annuncio scritto via e-mail e/o posta ad ogni socio ed affisso all’albo della sede e/o sulla bacheca online almeno 15 giorni prima della data dell’Assemblea.

L’Assemblea dei Soci è il momento fondamentale di confronto, atto ad assicurare una corretta gestione dell’Associazione ed è composta da tutti i soci, ognuno dei quali ha diritto ad un voto, qualunque sia il valore della quota associativa che ha versato. L’Assemblea dei Soci è convocata almeno una volta all’anno in via ordinaria, ed in via straordinaria quando sia necessaria o sia richiesta dal Consiglio Direttivo o da almeno i due quinti dei soci.

In prima convocazione l’Assemblea Ordinaria è valida se è presente la maggioranza dei soci, e delibera validamente con la maggioranza dei presenti; in seconda convocazione la validità prescinde dal numero dei presenti.

L’Assemblea Straordinaria delibera in prima convocazione con la presenza e col voto favorevole della maggioranza dei soci; in seconda convocazione la validità prescinde dal numero dei presenti.

Delle delibere assembleari deve essere data pubblicità mediante affissione all’albo della sede e sul sito web del relativo verbale.

L’assemblea Ordinaria viene convocata ogni anno nel periodo che va dal primo gennaio al trentuno marzo successivo. A discrezione del Presidente, può essere stabilita una seconda data sei mesi dopo in sede della prima.

Essa deve attenersi ai seguenti compiti nel seguente ordine:

  1. elegge la commissione elettorale composta da almeno tre membri che controlla lo svolgimento dell’ assemblea e delle elezioni;
  2. approva le linee generali del programma di attività per l’anno sociale;
  3. approva il bilancio consuntivo e preventivo;
  4. approva gli stanziamenti per iniziative previste dagli art.2 e art.3 del presente Statuto;
  5. delibera su tutte le questioni attinenti alla gestione sociale;
  6. delibera su eventuali modifiche al presente Statuto o ai regolamenti interni;
  7. procede alla nomina a maggioranza semplice delle cariche sociali alla scadenza del loro mandato;
  8. si confronta su qualsiasi altra questione riguardante l’Associazione qui non menzionata, che abbia importanza nella sua corretta gestione.

L’assemblea straordinaria è convocata:

  • tutte le volte che il Consiglio Direttivo lo reputi necessario;
  • ogniqualvolta ne facciano richiesta motivata almeno 2/5 dei soci. Essa dovrà avere luogo entro trenta giorni dalla data in cui viene richiesta.

In prima convocazione l’assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è regolarmente costituita con la presenza di metà più uno dei soci ed è presieduta da un presidente nominato dall’assemblea stessa. In seconda convocazione, sia ordinaria che straordinaria, è regolarmente costituita qualunque sia il numero dei soci intervenuti e delibera validamente a maggioranza semplice dei voti dei soci presenti su tutte le questioni poste all’ordine del giorno; la seconda convocazione può aver luogo mezz’ora dopo la prima.

Le votazioni possono avvenire per alzata di mano o con votazione in urna. Alla votazione partecipano tutti i soci presenti.

Le deliberazioni dovranno essere riportate su apposito libro dei verbali.

Il Consiglio Direttivo è composto da un minimo di tre membri (due più il Presidente). Il Consiglio Direttivo è validamente costituito quando sono presenti due membri.            

I membri del Consiglio Direttivo svolgono la loro attività gratuitamente e rimangono in carica cinque anni. Il Consiglio Direttivo può essere revocato dall’assemblea con la maggioranza dei due terzi dei soci.

Ogni cinque anni l’Assemblea Ordinaria elegge il suo Consiglio Direttivo, all’interno del quale si identificano il Presidente, il Vice-Presidente che può avere funzioni di Segretario, il Tesoriere e i Consiglieri, quest’ultimi in numero minimo di due ed un massimo di sei.

Dunque la struttura del Consiglio Direttivo è così composto:

  • Presidente (elezione diretta e in carica 5 anni)
  • Vice-Presidente (elezione diretta e in carica 5 anni)
  • Segretario (elezione diretta e in carica 5 anni)
  • Tesoriere (elezione diretta e in carica 5 anni)
  • Consiglieri (elezione diretta e in carica 5 anni)

Presidente, Vice-Presidente, Segretario, Tesoriere e Consiglieri compongono il Consiglio Direttivo.

Presidente, Vice-Presidente, Segretario e Tesoriere compongono l’ Ufficio di Presidenza.

Il Consiglio Direttivo si riunisce convocato dal Presidente o, secondo regolamento interno, dal Consiglio stesso in date periodiche prefissate.

Le deliberazioni del Consiglio Direttivo sono prese a maggioranza assoluta dei presenti alla riunione. Sono ammesse deleghe scritte tra di essi ed in caso di parità il voto del Presidente vale due.

Il Consiglio Direttivo ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione. Nella gestione ordinaria i suoi compiti sono:

  • redigere i programmi di attività sociale previsti dal presente Statuto in armonia con linee approvate dall’Assemblea dei Soci;
  • curare l’esecuzione delle deliberazioni dell’assemblea;
  • redigere il bilancio consuntivo che deve contenere le singole voci di spesa e di entrata relative al periodo di un anno da sottoporre all’Assemblea dei Soci;
  • redigere il bilancio preventivo che deve contenere, suddivise in singole voci, le previsioni delle spese e delle entrate relative all’esercizio annuale successivo da sottoporre all’Assemblea dei Soci;
  • stipulare tutti gli atti e contratti di ogni genere inerenti all’attività sociale;
  • approvare, formulare e/o modificare il Regolamento Interno Generale dell’Associazione;   
  • stabilire gli importi delle quote annuali delle varie categorie di soci;
  • deliberare circa l’ammissione, la sospensione, la radiazione e l’espulsione dei soci;
  • favorire la partecipazione dei soci all’attività dell’Associazione.

Il Presidente è legale rappresentante dell’Associazione a tutti gli effetti ed ha la rappresentanza e la firma sociale, valide per qualsiasi operazione bancaria, di compravendita o di qualsiasi altra natura a nome dell’Associazione.

Egli convoca e presiede il Consiglio Direttivo; sottoscrive tutti gli atti amministrativi compiuti dall’Associazione; può aprire e chiudere conti correnti bancari e postali e procedere agli incassi; può nominare figure onorarie tra i soci, descrivendone la natura e le motivazioni; può conferire ai soci procura speciale per la gestione di attività varie, con l’ approvazione del Consiglio Direttivo.

In caso di assenza o impedimento del Presidente, tutte le sue mansioni spettano al Vice-Presidente oppure ad un componente del Consiglio Direttivo designato in via straordinaria dal Consiglio Direttivo stesso. Il Presidente non può in ogni caso essere sostituito oltre i termini previsti dal RIG, pena la delegittimazione e revoca del Consiglio Direttivo a favore di nuove elezioni.

Sono definite altre figure associative al fine di garantire la corretta amministrazione dell’Associazione e renderne controllate le funzioni ad esse legate. Esse sono:

  • Revisori dei conti, ovvero coloro che accertano e verificano i conti economici. Sono eletti a maggioranza dall’Assemblea dei Soci in numero di tre e restano in carica due anni. Non possono essere eletti consecutivamente.
  • Collegio dei Probiviri, formato da tre persone esterne all’Associazione (non soci) che rappresentano imparzialità su particolari disquisizioni interne all’Assemblea dei Soci. Sono eletti a maggioranza dall’Assemblea dei Soci e restano in carica due anni. Non possono essere eletti consecutivamente.
  • Collegio Sindacale, ovvero un apparato di vigilanza. Sono eletti a maggioranza dall’Assemblea dei Soci in numero di tre e restano in carica due anni. Possono essere eletti consecutivamente fino ad un massimo di tre volte.

Tutte le cariche elettive sono da considerarsi gratuite. Ad esse competono solo rimborsi e compensi regolarmente documentati e regolati dai regolamenti interni in accordo con le leggi vigenti in materia.

Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea Straordinaria. Il patrimonio residuo dell’ente deve essere devoluto ad associazioni con finalità analoghe o per fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190 della legge 23.12.96, n. 662.

Per quanto non compreso nel presente Statuto decide l’Assemblea dei Soci a maggioranza assoluta dei partecipanti oppure valgono le norme di legge vigente in manteria.

Il presente Statuto è composto da N° 21 articoli disposti su N° 7 pagine.